Permesso di soggiorno

Permesso di soggiorno Au Pair

Ecco le informazioni sul permesso di soggiorno per Au pair in Italia

I Cittadini UE/EFTA

I cittadini dell'UE / EFTA che intendono soggiornare in Italia per un periodo inferiore ai 3 mesi non necessitano di adempiere alcun tipo di formalità o condizione; devono solo essere in possesso di un documento di identità valido.

Per permanenze superiori ai 3 mesi è d'obbligo l'Iscrizione all'Anagrafe presso il Comune di Residenza.

L'iscrizione all'Anagrafe

Per l'iscrizione all'Anagrafe sono necessari i seguenti documenti, in aggiunta a quelli richiesti per i cittadini italiani:

  1. Il tipo di lavoro da svolgere, in caso di permesso di lavoro
  2. La disponibilità di risorse economiche adeguate (soggiorno per studio, tirocinio, formazione)
  3. Un'assicurazione sanitaria (per ulteriori info leggete i nostri articoli su assicurazione sanitaria e assistenza medica)
  4. In caso di soggiorno per studio, è necessario fornire prova dell'iscrizione presso una scuola, università o un altro istituto riconosciuto, per il rilascio del relativo visto.

I cittadini di Paesi che aderiscono a Schengen

I cittadini provenienti dai Paesi dell'area Schengen sono obbligati a comunicare la loro presenza sul territorio dello Stato italiano entro otto giorni dall'ingresso. La dichiarazione deve essere resa alla questura competente per la provincia in cui si trova il comune di residenza. Copia della dichiarazione di presenza viene consegnata al dichiarante come prova dell'avvenuta comunicazione.

Se si intende soggiornare in Italia per un periodo superiore ai 3 mesi e necessario richiedere il permesso di soggiorno.

I cittadini di Paesi non-UE/EFTA

I cittadini non comunitari, se desiderano soggiornare in Italia fino ad un massimo di 90 giorni, necessitano solo del visto e della dichiarazione di presenza. Per lo straniero che proviene da Paesi che non applicano la Convenzione di Schengen, l'obbligo di rendere la dichiarazione di presenza è soddisfatto con l'apposizione del timbro uniforme Schengen sul documento di viaggio al momento del controllo di frontiera.

Se si intende soggiornare in Italia per un periodo superiore ai 3 mesi, è necessario richiedere il permesso di soggiorno.

Il permesso di soggiorno

La procedura   

Lo straniero ha tempo otto giorni per presentare domanda per il permesso di soggiorno presso la questura competente.

Ai fini del rilascio sono necessari i seguenti documenti:

    1. Modulo di richiesta
    2. Passaporto o altro documento di viaggio equivalente
    3. Visto di ingresso (apposto al documento di viaggio/passaporto)
    4. Quattro foto-tessere
    5. Contrassegno telematico
    6. Documentazione relativa alla tipologia di permesso richiesto
    7. Versamento di un contributo variabile

La durata del permesso coincidera naturalmente con la durata del visto:

    • sei mesi per lavoro stagionale e fino a nove mesi per lavoro stagionale nei settori che richiedono tale estensione
    • un anno, per la frequenza di un corso per studio o formazione professionale
    • due anni per lavoro autonomo, per lavoro subordinato a tempo indeterminato

Il permesso verrà rilasciato previa verifica dei dati forniti, dell'identità e della foto personale, nonché delle impronte digitali.

Per ulteriori nformazioni visitate il sito web della Polizia di Stato

La Dichiarazione di ospitalità

Nel caso dell'AuPair, ospitato nella casa della sua famiglia ospitante, la legge italiana impone che sia resa dichiarazione di presenza.

Tale dichiarazione deve essere effettuata entro 48 ore dall'arrivo dell'AuPair e deve essere resa a prescindere dalla durata del soggiorno.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.