Il Visto Au Pair

Se state programmando una permanenza all'estero come ragazza alla pari, ricordate di verificare preventivamente se il Paese in cui vi state recando richieda il visto d'ingresso per i cittadini italiani. Ulteriori informazioni alla pagina AuPair International!

Ecco tutte le informazioni sul visto per Au Pairs

Il visto d'ingresso: che cos'è?

Il visto d'ingresso è l'autorizzazione concessa agli stranieri per l'attraversamento delle frontiere.

Conseguentemente, per l'ingresso nel territorio italiano, è necessario munirsi di visto, che viene stampato su carta adesiva e applicato sulle pagine dedicate del passaporto del richiedente.

Tutti gli stranieri e gli apolidi per entrare in Italia devono chiedere il visto d'ingresso.

Ricordiamo che sono definiti stranieri solo i cittadini dei Paesi non UE/EFTA. Di conseguenza sono esenti da obbligo di visto per l'ingresso sul suolo italiano tutti i cittadini comunitari e i cittadini dei Paesi aderenti a Schengen.

NOTA BENE :

  1. Particolari agevolazioni e/o restrizioni si applicano per i cittadini di determinati Paesi. Vi consigliamo dunque di verificare a quali formalità dovete adempiere per il vostro ingresso e la vostra permanenza in Italia sul sito della Polizia di Stato o alla seguente pagina della Farnesina: Paesi i cui Cittadini hanno bisogno del Visto per attraversare la frontiera Paesi i cui cittadini sono esenti da visto per brevi soggiorni.

Condizioni generali per l'ingresso

L’ingresso in Italia per i cittadini straneri provenienti da paesi che non fanno parte dell'UE, è subordinato a questi requisiti:
    • Presentarsi attraverso un valico di frontiera
    • Essere in possesso di un passaporto o di altro documento di viaggio equivalente
    • Poter giustificare lo scopo e le condizioni del soggiorno e dimostrare di disporre di mezzi finanziari sufficienti
    • Essere in possesso di valido visto di ingresso o di transito, se necessario.

Procedura di rilascio del visto

La domanda va fatta per iscritto tramite compilazione di apposito modulo, firmato e corredato di foto-tessera.

Lo straniero richiedente ha l'obbligo di rivolgersi personalmente all'ambasciata italiana nel suo paese di origine.

Al modulo di domanda è necessario allegare un documento di viaggio valido (es. passaporto) sul quale apporre l'apposito visto e, nel caso in cui fosse richiesta, la documentazione giustificativa.

Lo straniero deve infatti provare :

  • la finalità del viaggio
  • i mezzi di trasporto e di ritorno
  • i mezzi di sostentamento durante il viaggio ed il soggiorno
  • le condizioni di alloggio

Valutata la domanda di visto, questo viene rilasciato dalle Ambasciate e dai Consolati italiani nel Paese di provenienza dello straniero.

I visti possono essere:

  • Visti Schengen uniformi (VSU), per la circolazione all'interno degli Stati Schengen per permanenze fino a 3 mesi
  • Visti con validità territoriale limitata (VTL), che permettono la permanenza e il movimento solo all'interno del territorio dello Stato emittente
  • Visti per soggiorni superiori ai 3 mesi (VN)

Verificate che tipologia di visto richiedere (generalmente per gli Au Pair sono previsti i visti di turismo, studio nel caso di frequenza di una scuola di lingua italiana accreditata per il rilascio del visto di studio, o vacanza lavoro) sul sito del Ministero degli Esteri alla pagina Visti.

Vi raccomandiamo inoltre di contattare l'Ambasciata Italiana nel vostro paese di provenienza, poiché sia le tipologie di Visto da richiedere per la propria situazione specifica, sia l'obbligo di Visto stesso, possono variare da Paese a Paese in relazione ad Accordi Internazionali.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.